ARCHIVIO DI STATO DI BARI: arrivano i Guerrieri di Terracotta dell’Imperatore cinese Qin

ARCHIVIO DI STATO DI BARI
Foto di Utat blog

ARCHIVIO DI STATO DI BARI: dal 9 al 31 agosto sarà esposta la mostra “I Guerrieri di Terracotta del Grande Imperatore QIN”.

Arrivano per la prima volta in Puglia i 16 Guerrieri di Terracotta, le celebri sculture a grandezza naturale che da oltre mille anni presidiano il mausoleo dell’Imperatore cinese QIN, inserite nel patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. ARCHIVIO DI STATO DI BARI

Dal 9 maggio al 31 agosto presso l’Archivio di Stato di Bari sarà possibile visitare la mostra I Guerrieri di Terracotta del Grande Imperatore QIN promossa da Regione Puglia nell’ambito del Fondo speciale cultura e patrimonio culturale – art. 15 comma 3 della L.R. n. 40/2016,  realizzata dal TPP e curata dall’architetta Cristina Martina.

Si tratta di una esposizione di 16 delle 8000 statue,in terracotta, del peso di circa 200kg, tra 1,75 e 1,95 cm di altezza, raffiguranti i guerrieri dell’esercito imperiale dell’Imperatore Qin Shi Huangdi, che diede avvio alla costruzione della Muraglia cinese.

La realizzazione dei Guerrieri di terracotta è stata effettuata con impressionate realismo, le statue infatti riportano eventuali mutilazioni, ferite e deformazioni dei guerrieri. Ogni guerriero è diverso dall’altro: variano acconciature, uniformi e corazze a sottolineare che la guardia imperiale era composta dai migliori combattenti provenienti da eserciti di tutta la Cina.

All’inaugurazione di martedì 9 maggio hanno partecipato Aldo Patruno, Direttore Dipartimento del Turismo, Economia della cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, Silvio Maselli, Assessore alle Culture, Turismo, Partecipazione e Attuazione del Programma del Comune di Bari e Carmelo Grassi, Presidente Teatro Pubblico Pugliese.

“Sono particolarmente orgogliosa che la Puglia ospiti una mostra di tale valenza storica – dichiara l’Assessore Loredana Caponeche porta a Bari pezzi di inestimabile valore. I Guerrieri di terracotta sono tra i simboli più riconosciuti della Cina e racchiudono tutto lo spirito della Cultura di quel Paese“.

Orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.30; sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00. Apertura straordinaria anche il 2 giugno.

Ingresso euro 4,00 informazioni 080 5414813.

Archivio di Stato – via Pietro Oreste 45, Bari.