ROMA-NEW YORK: inaugurato il volo low cost da Fiumicino

ROMA-NEW YORK

ROMA-NEW YORK: per la prima volta si potrà viaggiare in America dalla Capitale con un prezzo low cost, ecco i dettagli.

Il Boeing B787 Dreamliner è stato inaugurato pochi giorni fa dalla Norwegian, con la classica cerimonia del “water cannon” e permetterà ai viaggiatori di volare low-cost da Roma a New York. Saranno quattro i voli a settimana che viaggeranno sulla tratta Roma Fiumicino – New York Newark, l’aeroporto che si trova in New Jersey, a pochi chilometri dall’isola di Manhattan. Il volo di Norwegian farà risparmiare ai viaggiatori circa 200 euro in totale per un volo andata e ritorno. Se simulassimo di acquistare un volo per una data nei prossimi mesi con partenza, ad esempio, giovedì 1 marzo e ritorno lunedì 5 marzo pagheremmo ad oggi 319,80 euro (159 euro per tratta), il prezzo della tariffa base. Per lo stesso volo operato da Alitalia bisogna pagare 492 euro per la tariffa più bassa. Attenzione però, gli extra a bordo dei voli Norwegian si pagano: la tariffa base, infatti, non prevede né pasti a bordo, né un bagaglio imbarcato in stiva e né scelta del posto. Per avere questi servizi bisogna pagare circa 70 euro. A bordo bisogna pagare, per chi ne avesse bisogno, anche la coperta e le cuffie, circa 10 euro. La tariffa più bassa di Alitalia, la Economy Promo, permette di imbarcare un bagaglio, di scegliere il posto e, dato che Alitalia ha più voli al giorno, anche l’orario di partenza. Previsti anche i pasti sull’aereo. Il biglietto non è però rimborsabile. “Lo scorso anno sul mercato americano, che è il primo mercato per l’aeroporto di Fiumicino, abbiamo portato circa 2 milioni di passeggeri, ma un milione sono transitati via altri hub europei. Quindi noi pensiamo che l’offerta di Norwegian, sia perché è presente anche durante l’inverno, sia per un’offerta di pricing molto competitiva, coprirà questo segmento e ci farà recuperare traffico”, dichiara Fausto Palombelli. E Thomas Ramdhal di Norwegian: “E’ solo l’inizio della nostra avventura a Roma, nel futuro guardiamo al Sud America, agli Stati Uniti ed anche al Sudafrica”.