ROMA: “Spelacchio è morto”, l’albero di Piazza Venezia finisce sul Guardian

ROMA

ROMA: continua la polemica, il quotidiano inglese Guardian ha definito l’albero di Natale “Spelacchio” “uno spazzolone del water”.

Non si fermano le polemiche sull’albero di Natale morente di piazza Venezia,‘Spelacchio’, il cui allestimento è costato 48mila euro al Comune. Se ne parla anche all’estero, il Guardian, l’autorevole quotidiano britannico, ad esempio titola: “Come uno spazzolone del water: rabbia a Roma per lo scialbo albero di Natale”. L’abete morente, si legge sul giornale inglese che posiziona il pezzo quasi in apertura della sua edizione online, è diventato il simbolo di coloro che vedono la città eterna in continuo e inarrestabile decadimento. Nell’articolo viene ripercorsa la storia dell’albero, soprannominato Spelacchio dai romani e preso in giro fin dal giorno stesso del suo allestimento. Ieri l’albero, ormai praticamente privo di aghi, è stato dichiarato morto. Anzi, mai nato, visto che è stato reciso in val di Fiemme senza radici. Una pratica comune per alberi di quella dimensione, hanno fatto sapere gli esperti. Ma evidentemente la ditta pagata profumatamente dal Comune per il trasporto deve aver commesso qualche errore oppure, sostengono alcuni studiosi di botanica, l’albero forse era già debole in partenza, provato dalla pesante siccità che ha colpito l’Italia nei mesi estivi. Tant’è che per il Guardian la storia di Spelacchio merita uno dei primi posti nella gerarchia delle notizie di oggi nell’edizione internazionale del giornale. Un imbarazzo nazionale, definisce il caso il quotidiano inglese in chiusura del pezzo.