SCIOPERO: indetti quattro scioperi in 30 giorni, ecco quando

SCIOPERO

SCIOPERO: nei prossimi 30 giorni sono previste quattro diverse agitazioni sindacali che potrebbero creare disagi e problemi per i pendolari milanesi e lombardi.

Il 23 febbraio, ci sarà lo sciopero dei dipendenti Trenord proclamato dal sindacato Orsa ferrovie. Macchinisti, personale mobile e capitreno – ha annunciato la stessa sigla – potranno incrociare le braccia per otto ore dalle 9 alle 17. “Pertanto il servizio regionale, suburbano, aeroportuale, così come la lunga percorrenza di Trenord, potrebbero subire ritardi, variazioni e cancellazioni”.

Per l’agitazione non sono previste fasce di garanzia e – si legge in una nota della società lombarda – “viaggeranno i treni in partenza entro le ore 9 e con arrivo a destinazione finale entro le 10. Solo i collegamenti aeroportuali Milano Cadorna/Milano Centrale – Malpensa Aeroporto e Malpensa Aeroporto – Bellinzona, in caso di non effettuazione dei treni, potranno – ha concluso Trenord – essere sostituiti da autobus point to point senza fermate intermedie”.

L’8 marzo ci sarà invece lo “Sciopero generale categorie e comparti pubblici e privati” indetto dalle sigle Usb e Usi che riguarderà i dipendenti del settore ferroviario – che si fermeranno dalla mezzanotte alle 21.

A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana è prevista dalle 8,45 alle 15,00 e dalle 18,00 al termine del servizio.

Mercoledì 21 marzo ci sarà un nuovo blocco degli operatori Trenord. Lo sciopero – proclamato da tutte le grandi sigle di settore, Cgil, Cisl, Uil, Faisa e Fast mobilità – durerà otto ore, dalle 9 alle 17, e coinvolgerà nuovamente personale mobile, macchinisti e capitreno.

Autobus sostitutivi saranno istituiti, limitatamente ai soli collegamenti aeroportuali di “Milano Cadorna – Malpensa Aeroporto” (no-stop) e “Malpensa Aeroporto – Bellinzona”, in caso di cancellazione delle corse. Trenord ha precisato che le fasce orarie di garanzia non saranno coinvolte dallo sciopero. Viaggeranno i treni previsti da orario ufficiale in partenza entro le ore 09:01 e in arrivo a destinazione finale entro le ore 10:00. Infine domenica 25 marzo un nuovo stop è stato proclamato dal sindacato Orsa ferrovia. A fermarsi per 24 ore – dalle 21 di sabato alle 21 del giorno dopo – saranno i dipendenti di Trenord, Ferrovie dello Stato e Nuovo trasporto viaggiatori, la società che gestisce i treni ad alta velocità di Italo.