AVICII: addio al famoso dj e produttore svedese, muore a soli 28 anni

AVICII

AVICII: uno dei dj più popolari, richiesti e pagati al mondo, oltre che uno dei più influenti nella commistione tra dance e pop, ne ha annunciato la morte il manager.

Una notizia tragica ha colpito all’improvviso il mondo della musica mondiale: il dj e produttore svedese Avicii è morto a soli 28 anni.

Il suo nome era Tim Bergling ed era nato a Stoccolma l’8 settembre 1989. Nella sua carriera, iniziata nel 2006, era diventato uno dei dj più popolari, richiesti e pagati al mondo, oltre che uno dei più influenti nella commistione tra dance e pop.

Tra le sue hit radiofoniche è impossibile dimenticare «Wake me up», ma l’artista era stato nominato a due Grammy per «Sunshine» (con David Guetta) e «Levels».

In passato Avicii aveva sofferto di pancreatite acuta, in parte dovuta all’abuso di alcol. Si era sottoposto a un intervento per la rimozione della cistifellea e dell’appendice nel 2014, e aveva dovuto cancellare i successivi concerti per recuperare. Da un paio di anni si era ritirato dagli show dal vivo ma continuava a produrre musica.

«È con profondo dolore che annunciamo la perdita di Avicii» ha comunicato il suo manager. «È stato trovato morto a Muscat, nell’Oman, questo venerdì pomeriggio. La famiglia è devastata e chiediamo a tutti di rispettare la sua privacy in questo momento difficile».

A marzo del 2016 Avicii ha annunciato il suo ritiro definitivo dalla scena live pubblicando una lunga lettera ai fan.