MONZA VISIONARIA: alla scoperta della Villa Reale tra arte, concerti e visite

MONZA VISIONARIA

MONZA VISIONARIA: dal 24 al 28 maggio Monza sarà animata da musica, danze, performance in giro per la città, dal centro storico alla Reggia.

Il tema del Festival quest’anno sarà quello dei Supereroi. Nei cinque giorni di evento si snoderà un percorso fatto di combinazioni di artisti e di spettacoli tra il Duomo e il Roseto della Reggia, passando per Arengario e i piani nobili della Villa Reale.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione culturale Musicamorfosi con la direzione creativa è di Saul Beretta.

Il tema di quest’anno, i Supereroi, viene affrontato nella doppia declinazione “eroica” e “antieroica”. Lo farà a esempio con due format, Spiritual Music e i Notturni al Roseto, e con Piano Nobile, un percorso per godere della “grande bellezza” di Villa Reale, costellato di esperienze musicali inedite.

  • Notturni al Roseto è un’esperienza che farà godere di performance, che si svolgeranno tra venerdì 26 e sabato 27 e nel Roseto della Reggia di Monza (è previsto un biglietto di ingresso). Fra una rosa e l’altra, gli spettatori potranno cimentarsi in prima persona alle percussioni, grazie agli originali strumenti della collezione della Fondazione Tronci di Pistoia, o quali eroi del palcoscenico video-ludico di Guitar Hero assieme a Enrico Merlin, chitarrista tra i più maledetti della scena “alternative” italiana, partner di grandi della scena jazz internazionale quali Giorgio Gaslini, Lee Konitz, Enrico Rava e molti altri. In occasione dei notturni al roseto, inoltre, la Villa Reale di Monza propone una visita tematica esclusiva (a pagamento) alla scoperta dei motivi floreali che decorano le stanze degli appartamenti privati del secondo piano nobile.
  • Spiritual Music: Si parte mercoledì 24 maggio (alle 21) nel Duomo di Monza con Luci sacre a nord-est, che vede Gabriele Cassone (tromba) affiancato dal Max de Aloe Baltic Trio, in cui il suono dell’armonica cromatica di De Aloe si sposa alla chitarra del finlandese Niklas Winter e al contrabbasso di Jesper Bodilsen, affiancati dall’organo di Roberto Olzer, dal didjeridoo e percussioni di Gennaro Scarpato e dalla voce di Joo Cho (soprano). Si prosegue nella ricerca, giovedì 25 maggio a Oreno di Vimercate nella Chiesa di S. Michele Arcangelo (h 21) con Sacro Sud di Enzo Avitabile, artista alla cui poetica musicale – sacra e popolare – è stato attribuito quest’anno il Premio Donatello (per la miglior colonna sonora di Indivisibili, di De Angelis), affiancato da Gianluigi Di Fenza e dal fratello Carlo alle percussioni.

Continua a leggere per conoscere il programma…

1
2
CONDIVIDI