CULTURA: Settimana dei Musei e ingressi gratis tutto l’anno, ecco le novità

CULTURA

CULTURA: 20 giorni l’anno gratis nei musei, nei siti archeologici, nei parchi e giardini monumentali.

Con Io vado al museo e con la Settimana dei Musei si potrà entrare per 20 giorni l’anno gratis nei musei, nei siti archeologici, nei parchi e giardini monumentali.

Di cosa si tratta? Io vado al museo è un’iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali. Prevede 20 giorni di ingressi gratuiti nell’anno solare in tutti i luoghi di cultura. Continua anche l’iniziativa del Ministero per cui saranno aperti gratuitamente tutte le prime domeniche del mese da ottobre a marzo.

Nei mesi da gennaio a marzo, poi, sarà indetta, ogni anno, la Settimana dei Musei, l’iniziativa ideata la scorsa estate dal ministro dei beni culturali Alberto Bonisoli. Si tratta di una settimana di accessi gratuiti in un periodo in cui solitamente i musei sono poco visitati, la prima settimana di marzo: quindi, per questo 2019, la prima edizione della settimana gratuita si terrà dal 5 al 10 marzo.

Chiunque abbia meno di 18 anni entrerà gratis sempre, mentre dai 18 ai 25 anni, nei giorni di ingresso a pagamento, il biglietto costa solo 2 euro.

Con l’iniziativa #iovadoalmuseo andiamo oltre rispetto al passato e aumentiamo l’offerta culturale nel nostro Paese – dichiara Bonisoli. E aggiunge: –  Aumentando il numero di giornate gratuite in tutti i musei statali d’Italia. Vogliamo migliorare le modalità di fruizione del nostro patrimonio culturale. Far conoscere alcuni tesori nascosti o poco noti, ma ugualmente preziosi, come il museo in cui ci troviamo oggi”.

Con questo decreto – ha spiegato il ministro – cambieranno fondamentalmente due cose. La prima è che con la Settimana dei Musei sarà identificato un periodo preciso di lancio della stagione museale con tutti i musei statali gratuiti. Quest’anno si svolgerà dal 5 al 10 marzo e sarà un’occasione per spingere i cittadini a visitare i nostri musei e ammirare le meraviglie in essi custodite“. “La seconda novità – ha continuato Bonisoli – è aver dato la possibilità a ciascun istituto statale di impostare un piano di gratuità sostenibile. Migliorando la qualità della offerta e di fruizione dei beni culturali, garantire sicurezza e tutela del patrimonio culturale in armonia con le esigenze del territorio“.

Clicca qui per ottenere informazioni utili su fasce orarie e giornate a ingresso libero, programmare una visita e andare al museo.