Gran Premio di Roma, la partenza sarà Aprile 2018

Gran Premio di Formula E, partirà ad Aprile 2018 con la gara che si svolgerà in un circuito disegnato tra le strade dell’Eur.

Gran Premio Roma avrà il suo Gran Premio. Ancora non quello di Formula 1, ma di Formula E, cioè la competizione riservata alle automobili elettriche. Le vetture sono in tutto e per tutto identiche alle parenti più famose, ma non inquinano ( in quanto sono elettriche )  e possono raggiungere una velocità massima di 230 chilometri all’ora. Il gran premio dei bolidi elettrici si farà ad aprile 2018, il circuito sarà all’Eur. La novità è stata presentata con un doppio appuntamento sul e in Campidoglio: l’arrivo di un’auto elettrica da competizione sulla piazza michelangiolesca e un convegno a Palazzo Senatorio dal titolo Progetti per la mobilità sostenibile – Formula E, un’esperienza di successo. A parlare dell’iniziativa la sindaca Virginia Raggi, il presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito, gli assessori Daniele Frongia (Sport) e Linda Meleo (Città in Movimento), il ceo della Formula E Alejandro Agag e rappresentanti di Enel, Eur S.p.A. e Acea.   Gran Premio di Roma   Il progetto, ha detto la sindaca Raggi, “segna un punto nodale tra sport e sostenibilità ambientale. E ha un ulteriore pregio, porterà benefici a favore del territorio: il rifacimento delle strade del percorso di gara, colonnine elettriche e wi-fi nel Municipio”. L’amministrazione capitolina, ha sottolineato Raggi, “è pronta ad aprirsi a partnership importanti purché la città sia messa al centro”. E infatti in programma c’è l’installazione di almeno 700 colonnine elettriche in città entro il 2020.   La gara di Formula E sarà così, come ha sintetizzato da ultimo la Sindaca, “un evento internazionale che coniuga lo sport con la fondamentale sfida della sostenibilità ambientale”. L’evento sfrutta quello che c’è ed anzi lo migliora: saranno rifatte le strade, a spese degli organizzatori, e si miglioreranno i servizi per il quartiere con colonnine per le ricariche elettriche, postazioni per bike sharing elettrico, punti wi-fi”, ha commentato il primo firmatario della mozione, il presidente della commissione sport Angelo Diario, Movimento 5 Stelle.

CONDIVIDI